Stampa articolo

I FATTI CHE CONTANO IN UN MARE DI MINCHIATE- “LE NOSTRE”

ERA STATO ANNUNCIATO NEI MESI SCORSI ED ORA È UFFICIALE: SARÀ RIATTIVATO IL METRÒ DEL MARE ANCHE NEL CILENTO. ECCO TUTTE LE TRATTE.

Al via il progetto Cilento Blu Club, promosso dalla Regione Campania e finanziato con risorse proprie e fondi provenienti dal Mibact. Parte un sistema integrato di trasporto con la mobilità su ferro, per collegare le città del Centro-Nord Italia (Milano, Bologna, Firenze, Roma) con il Cilento, e con la mobilità via mare, mettendo in relazione la fascia costiera cilentana con le città di Napoli e Salerno, la Costa Amalfitana e l’Isola di Capri. L’Ente Provinciale del Turismo di Salerno, soggetto attuatore del progetto su designazione della Regione Campania, ha avviato le procedure amministrative per l’affidamento dei servizi. A tal proposito sono state chieste le manifestazioni di interesse al Gruppo Ferrovie dello Stato e alla Societa Italo NTV per il prolungamento dei treni ad alta velocità da Salerno a Sapri.

Agli inizi di febbraio sarà indetta la gara per individuare la compagnia di navigazione che dovrà effettuare i collegamenti marittimi. Nei mesi di aprile e maggio saranno realizzate le azioni di comunicazione nelle città di Milano, Bologna, Firenze e Roma. Dal punto di vista strutturale, il progetto si articola su due linee principali:
La mobilità su ferro che potrebbe portare al prolungamento di treni ad Alta Velocità fino a Sapri e al potenziamento dei treni regionali sulla tratta Salerno – Sapri;
La mobilità alternativa via mareche prevede l’implementazione dei collegamenti marittimi mettendo in relazione la fascia costiera cilentana con le città di Napoli e Salerno, la Costa Amalfitana e l’Isola di Capri.
L’obiettivo finale è quello di incrementare i flussi turistici provenienti dal Centro-Nord Italia rendendo più agevole i trasferimenti sia su ferro che via mare e nel contempo rendere più competitiva l’offerta turistica degli operatori della filiera ricettiva su scala nazionale. Nell’ambito delle azioni promozionali riguardanti la mobilità via mare, sono state individuate, a conclusione degli incontri con i Sindaci dei Comuni interessati al progetto, tre linee marittime, attive dal 1° luglio al 31 agosto 2016, utilizzando le risorse previste per questo intervento pari a € 800.000,00.
Linea 1: Salerno – Costa del Cilento
Collegamenti A/R da Salerno per Agropoli, San Marco, Acciaroli, Casal Velino, Pisciotta, Palinuro Camerota; linea attiva il sabato e la domenica.
Linea 2: Cilento-Costa d’Amalfi
Collegamenti A/R da Salerno per Agropoli, San Marco, Amalfi, Positano, (coincidenza per Capri); linea attiva dal lunedì al venerdì.
Linea 3/A: Cilento (Sapri- Capri – Napoli)
Collegamenti A/R da Sapri per Camerota, Pisciotta, Casal Velino, Capri e Napoli; linea attiva il martedì, mercoledì e giovedì.
Linea 3/B: Cilento (Sapri – Capri – Napoli)
Collegamenti A/R da Sapri per Palinuro, Acciaroli, San Marco, Capri e Napoli; collegamenti attivi il lunedì e venerdì

ATTUALITÀ

Prolungamento dell’Alta Velocità nel Cilento e Vallo di Diano, la Regione Campania mette nero su bianco

ULTIMA FERMATA A SAPRI, TAPPE INTERMEDIE AD AGROPOLI E VALLO DELLA LUCANIA.

Con la pubblicazione sul BURC 36 dell’8 maggio la giunta regionale, ha deliberato su alcune politiche che concernono la prossima stagione turistica. 8 milioni e 500 mila euro saranno destinati al POC 2014-2020 nel settore che riguarda la rigenerazione urbana, le politiche per il turismo e cultura di cui 2 milioni di euro andranno agli eventi di rilevanza nazionale ed internazionale ed un altro milione e 600 mila sarà destinato al programma degli itinerari turistico- culturali. Per ciò che riguarda l’area a sud di Salerno aspetti di particolare rilevanza riguardano il collegamento con le località turistiche di Napoli, Pietrarsa, Pompei e Paestum, ma sono soprattutto legati alla questione dell’Alta velocità. Si concretizza infatti l’impegno istituzionale che vede la Regione impegnata nel prolungamento della tratta ferroviaria ad Alta Velocità fino a Sapri con le fermate obbligatorie intermedie ad Agropoli e Vallo della Lucania.

Il progetto dell’ alta velocità nel Cilento e nel Vallo di Diano sarà comprensivo di servizio intermodale (treno + bus) per consentire l’accessibilità anche alle aree interne che presentano interesse per le emergenti forme di turismo verde. La Regione, guidata dal presidente De Luca, mette nero su bianco, la propria richiesta a Trenitalia per un progetto che dovrebbe entrare in vigore nella prossima stagione estiva nei weekend di giugno e settembre. Smentita, con quest’atto, anche la ventilata lotta di campanili tra Agropoli e Vallo della Lucania per ottenere la fermata, con l’ente  che intende garantire entrambe le fermate per l’Alta velocità, seppur Trenitalia secondo i rumors, sarebbe orientata verso la sola fermata di Agropoli, anche se nulla traspare ancora in vista degli atti ufficiali dell’azienda. Ciò che è certo è che nelle prossime settimane partirà il giro di prova della tratta dell’alta velocità che farà tappa a Sapri, per testare tempi e modalità del trasporto veloce.

Questo elemento è postato in Le mie Proposte, MEZZOGIORNO. Bookmark the permalink.

Lascia un Commento